Comune di Bagnoli di Sopra

Il Palazzetto Widmann di Bagnoli di Sopra torna a far parte del patrimonio comunale

Pubblicata il 09/02/2021

Si è concluso con la stipula notarile in data 05.02.2021, il difficoltoso percorso inerente all’attivazione della procedura prelativa, ai sensi del D.Lgs. 42/2004, avviata a seguito dell’aggiudicazione dell’ennesimo esperimento di gara promosso dal Curatore fallimentare della Società Ex Attiva spa alla fine del 2020, per l’acquisto del palazzetto Widmann da parte del Comune di Bagnoli di Sopra.

Si è compiuto un importante passo verso il pieno recupero al patrimonio pubblico forse del più importante complesso monumentale del territorio conselvano. L'acquisizione del Palazzetto Widmann di Bagnoli di Sopra da parte del Comune è l'inizio di un percorso che aprirà ai cittadini questo sito straordinario, arricchendo così l'esperienza di visita della area storico monumentale del territorio Conselvano.

Costruito nel 1707, agli inizi del Novecento venne dichiarato monumento di particolare interesse storico ed artistico «per un ciclo di affreschi di Louis Dorigny e Giambattista Pittoni» si legge nella descrizione di Giambattista Chino, storico di Bagnoli, ripresa da Italia Nostra Veneto «incorniciati da stucchi mirabili per valore plastico. All’esterno, manifesta un carattere prettamente volumetrico, movimentato sui prospetti principale e retrostante dai lunghi balconi che si sviluppano sopra i portali di ingresso dalla piazza e dal cortile. Sorprendente testimonianza, sia pure in area geograficamente provinciale, altamente pregna di respiro europeo. Un esempio di stile “Rococò”, degno di stare accanto agli esempi più significativi che si realizzavano a Venezia in quel tempo».

Con l’acquisizione del monumento da parte del Comune di Bagnoli di Sopra, dopo gli opportuni interventi finalizzati al suo recupero quale nuova Sede Municipale, si lavorerà per assicurarne una piena e immediata fruizione pubblica.

DATI ECONOMICI DELL’OPERAZIONE: Il Palazzetto Widmann è stato ceduto dal Comune alla allora Co.s.econ spa nel 2001 al prezzo di €.451.848,14 mediante l’aumento del capitale Sociale in seno alla Società stessa, e motivato dalla possibilità di accelerarne l’intervento di recupero; La perizia di Stima dell’immobile datata 15.12.2015, commissionata dai Curatori fallimentari di Attiva spa per dare avvio alle operazione di gara per la vendita all’asta, attribuiva un valore all’immobile pari ad €. 1.500.000,00; L’acquisizione da parte del Comune di Bagnoli di Sopra mediante procedimento prelativo, è stata conclusa per un importo di € 235.000,00 oltre IVA.

Facebook Twitter